Vicari


Vicari sorge nel Vallo di Mazara, in una zona agricola rilevante per la coltivazione di grano, mandorle, uva e olive. Proprio per la sua posizione, il piccolo paese nel corso dei secoli è stato al centro di varie contese per la conquista del territorio. Così come tante sono le popolazioni (dai greci agli arabi, dai romani ai normanni) che si sono stanziate nell’area e che hanno lasciato una straordinaria varietà artistica e monumentale.

  • Foto Antonella Giunta

A cominciare dalla Cuba araba o di Ciprigna, una cupola di pietra che poggia su quattro archi ogivali in corrispondenza dei punti cardinali, probabilmente utilizzata come cisterna. Di notevole interesse la Chiesa Madre consacrata a San Giorgio, risalente all’epoca normanna. Al suo interno conserva ancora gran parte degli arredi originali, oltre a una bellissima tela dedicata a Santa Rosalia. Molto suggestiva la visita al Castello che domina il paese, su una rocca di 700 metri di altezza. Di origine romana, la fortezza fu riedificata nel 1300 dai Chiaramonte. Oggi conserva pochi resti tra cui le mura merlate, la torre del mulino e della “porta fausa”, le cisterne.
Vicari è noto anche per la lavorazione del legno. Nei mesi di febbraio e marzo si svolge la rinomata Sagra del Mandorlo in Fiore.

Informazioni sul comune


Cosa Vedere


Chiesa Madre di San Giorgio Martire

Chiesa Madre di San Giorgio Martire

Cuba di Caprigna

Cuba di Caprigna

Chiesa di San Marco

Chiesa di San Marco

Il Castello

Il Castello


Condividi


RESTA AGGIORNATO SULLE NOSTRE INIZIATIVE

Segui i nostri canali social e iscriviti alla newsletter