Ventimiglia di Sicilia


Comune della città metropolitana di Palermo, Ventimiglia di Sicilia sorge su un’affascinante zona collinare, a 540 metri sul livello del mare. Il suo nome si deve a Beatrice Ventimiglia, figlia del celebre Giovanni III Ventimiglia, che nel 1625 decise di stabilire all’interno del proprio feudo di Calamigna un insediamento in onore della sua illustre famiglia. L’appositivo “di Sicilia” venne aggiunto nel 1863, per distinguerla dalla omonima cittadina ligure, anche se alcuni abitanti dei paesi limitrofi e, talvolta, gli stessi ventimigliesi, preferiscono utilizzare il nome alternativo “Calamigna”.

  • Foto Alessandro Cali

Passeggiando nel caratteristico centro storico di Ventimiglia di Sicilia è possibile ammirare la Chiesa dell’Immacolata Concezione, eretta nel XVII secolo, che al suo interno conserva preziose opere d’arte, come la testimonianza di un allievo di Antonello da Messina, e la Chiesa del Collegio di Maria del XVIII secolo arricchita con opere di artisti locali. A Maria Santissima del Rosario, patrona di Ventimiglia, è dedicata ogni anno una festa che si svolge la prima domenica di ottobre.
I riti pasquali mantengono un fascino e una severità immutati nel tempo. Ad Agosto si svolge la solenne e suggestiva “Quindicina”: per quindici giorni alle prime luci dell’alba i fedeli si recano in pellegrinaggio alla Chiesa campestre recitando il Santo Rosario in dialetto siciliano. Durante la Novena di Mastru Raffaieli, a Natale, un gruppo di giovani accompagnati dalla banda vanno in giro per il paese raccontando in dialetto Siciliano il viaggio fatto da Maria e Giuseppe da Nazareth a Betlemme.

A Ventimiglia di Sicilia si coltivano soprattutto uliveti, agrumi e mandorleti. È ricordato principalmente per la qualità dei suoi prodotti, in particolare olio, fichi d’india, carne e dolci. Tra questi: Sursameli e Raffiallini, dolci tipici a base di mandorle, e Vucciddata e Palummedda preparati durante le feste natalizie e pasquali con mandarle o fichi e noci.
L’artigianato locale si contraddistingue per la realizzazione di costumi storici e la lavorazione di pizzi e merletti, lavori a chiacchierino, ricami a mano, intaglio, rinascimento, norvegese, punto antico.

 

Informazioni sul comune


Cosa Vedere


Fontana Abbeveratoio

Fontana Abbeveratoio

Chiesa Madre Immacolata Concezione

Chiesa Madre Immacolata Concezione

Chiesa di San Vito Martire

Chiesa di San Vito Martire

Chiesa M. SS. di Fatima

Chiesa M. SS. di Fatima

Ex Chiesa Maiorca - Chiesa di Sant'Eligio ( Sant'Aluoi)

Ex Chiesa Maiorca - Chiesa di Sant'Eligio ( Sant'Aluoi)

Chiesa di Sant'Antonio Abate

Chiesa di Sant'Antonio Abate

Chiesa della Madonna della Grazia

Chiesa della Madonna della Grazia

Chiesa del Monte Calvario

Chiesa del Monte Calvario


Condividi


RESTA AGGIORNATO SULLE NOSTRE INIZIATIVE

Segui i nostri canali social e iscriviti alla newsletter