Campofelice di Fitalia


Conosciuto come il “Paese del grano” per la vasta e abbondante cerealicoltura, da sempre la principale attività economica dell’area, Campofelice di Fitalia sorge nel territorio dell’ex Stato feudale di Fitalia. Le origini del nome non sono certe: secondo la tradizione popolare si tratta di un omaggio a Maria Felice, moglie del principe, o più propriamente “campo” e “felice” stavano ad indicare la fertilità dei terreni, come anche la parola greca “fitalia” sottolinea.

  • Foto Gaetano Balistreri

Da visitare la centralissima Chiesa Madre dedicata a san Giuseppe, patrono del paese. Edificata all’inizio del 1800 ha un campanile in stile liberty e conserva all’interno l’artistico gruppo scultoreo di san Giuseppe e Gesù Bambino.

Appena fuori il centro abitato si può raggiungere il Castello della Margana. L’antichissima fortezza si erge su una rupe rocciosa caratterizzata da pareti lisce, in forte pendenza, nelle vicinanze del fiume della Margana. Costruita agli inizi del XIII secolo, rappresenta oggi una delle poche testimonianze in Sicilia di architettura medievale realizzata dai cavalieri Teutonici.

I prodotti tipici di Campofelice di Fitalia sono quelli caratteristici delle zone rurali dell’entroterra siciliano: olio di oliva extravergine, vino, salumi e insaccati, in particolare la salsiccia fresca e asciutta, e i caseari. Una specialità è il cuddiruni, una pizza condita con salsa di pomodoro, cipolla, acciughe, cacio, mollica, origano e un filo d’olio. Rilevante anche la produzione di dolci e biscotti confezionati secondo antiche ricette, come i cucciddata, dolci natalizi ripieni di chinu di fichi o di mandorle.

Informazioni sul comune


Cosa Vedere


La Chiesa Madre

La Chiesa Madre

Castello della Margana

Castello della Margana


Condividi


RESTA AGGIORNATO SULLE NOSTRE INIZIATIVE

Segui i nostri canali social e iscriviti alla newsletter