Roccamena e Santuario di Tagliavia


Il percorso inizia e finisce dal paese di Roccamena (500 ca. s.l.m.), nell’alta valle del Belìce (tra il Belice di destra e il Belice di sinistra), ma si svolge per gran parte nel comune di Monreale ed in parte in quello di Corleone. Utilizzando in prevalenza strade a traffico basso o quasi nullo, prevalentemente asfaltate, ma anche strade bianche poderali, il percorso ci concuce al Santuario di Tagliavia, posto all’altezza di quasi 300 metri s.l.m.

Interessante per il tracciato altimetrico in costanti saliscendi, il percorso richiede un buon impegno fisico per i dislivelli, la relativa lunghezza e la ricorrenza di tratti dissestati ed è adatto a biciclette di tipo MTB, anche se si può percorrere con bici da strada, nonostante la presenza di alcuni tratti sterrati con dissesti e buche. Si attraversano estese zone coltivate, con pochissime abitazioni e sono quasi assenti servizi ed esercizi pubblici; i coltivi sono a grano e foraggere, con colori diversi a seconda della stagione, ma vi sono anche estese zone viticole.

Il territorio attraversa panorami aperti tra le vallate degli affluenti del fiume Belìce in un ambiente collinare con sfondi sui gruppi montuosi della Rocca Busambra e dell’Alto Belice. Di interesse storico-culturale sono il centro di Roccamena, fondato nel 1796/97, il Santuario di Tagliavia del principio del XIX sec., l’ex tracciato ferroviario Palermo-Corleone del 1886 ed il Borgo Schirò, raggiungibile attraverso la SP4, realizzato negli anni ’30 del XX sec., in forme legate all’architettura razionalista che ricordano i quadri di De Chirico.

Il percorso inizia con un lungo tratto in discesa dal centro di Roccamena lungo la SP133 e SP27, fino al ponte Sparacia sul Belìce Destro, per poi proseguire verso Est in progressiva salita fino al Santuario di Tagliavia, lungo tratti delle strade provinciali SP91, SP4, SP42. Giunto all’innesto con la SS118 il percorso prosegue in leggera discesa lungo il percorso ciclabile ricavato dalla ex ferrovia Palermo-Corleone. In località ponte Drago si attraversa il fiume Frattina (Belìce sinistro) proseguendo poi verso Ovest lungo la Strada Consortile 18 che si collega alla SP4bis in vicinanza di Borgo Schirò. Raggiunta la SP27 il percorso prosegue nuovamente in salita fino a Roccamena.


Comuni Correlati


Roccamena

Roccamena


Condividi


RESTA AGGIORNATO SULLE NOSTRE INIZIATIVE

Segui i nostri canali social e iscriviti alla newsletter