Castronovo di Sicilia, Monte Carcaci e l’alta valle del Fiume Platani


Il percorso, di circa 44 Km, si svolge nell’alta valle del Fiume Platani sul lato meridionale della provincia di Palermo, all’interno del comune di Castronovo di Sicilia, ad eccezione del tratto vicino al borgo di Filaga, nel Comune di Prizzi. L’abitato di Castronovo, a quasi m 500 s.l.m., costituisce inizio e fine di un percorso circolare dagli elevati dislivelli (oltre 1.100 metri con pendenza media del 5% circa), con alcuni tratti di notevole salita (oltre il 10%) e con fondo sconnesso.

Il percorso, che risulta adatto a MTB, ma è percorribile anche con bici da strada nonostante dissesti e buche, si svolge per lo più su strade a basso o nullo traffico, in parte asfaltate (con alcuni dissesti), con tratti su strade bianche e un tratto su strada con traffico veloce (SS 188).

I luoghi attraversati sono ricchi di testimonianze storiche: fortificazioni bizantine del VII-VIII sec. d.C. (11 torri e mura spesse più di 3 metri) sul Monte Kassar, sopra l’abitato di Castronovo, la Masseria Melìa (antico monastero fondato da Papa San Gregorio Magno poi noto in epoca bizantina col titolo di S. Stefano), i resti della villa romana in Contrada S. Luca (vicino l’incrocio fra SP36 e SS188) ed il diruto borgo rurale di Riena, realizzato negli anni ’40 in stile razionalista. La valle del Fiume Platani, i boschi della riserva naturale di Monte Càrcaci ed il Lago Fanaco, raggiungibile tramite strade rurali, offrono interessanti scorci paesaggistici.

Il percorso attraversa un territorio con pascoli ed edifici agricoli ma privo di abitazioni e nel quale sono quasi assenti servizi ed esercizi pubblici, ad eccezione di Filaga e della riserva di Monte Carcaci in località Colobria, con area attrezzata per sosta e picnic.

Il percorso inizia con una breve discesa da Castronovo, seguita da una lunga salita lungo il lago e la contrada Melìa (SP48), e poi fino alla Portella dell’Olmo alla quota di circa 1000 m. Da qui ha inizio una discesa verso la SS188 e Filaga. Oltre il borgo, con la stazione dell’ex ferrovia Lercara Bassa-Bivio Magazzolo, ha inizio una ripida salita sul Monte Carcaci (adatta a MTB) fino al Centro visite della riserva naturale. Inizia quindi una discesa, interrotta da una breve risalita fino al borgo di Riena; da qui, un tratto in discesa giunge all’incrocio con la SS188 (da percorrere per circa 500 metri), risalendo poi per 2 km, prima della discesa finale verso Castronovo. Per ridurre la lunghezza di circa 13 km e il dislivello di 300 metri, è possibile, una volta giunti sulla SS188, girare verso destra (invece di dirigersi verso Filaga) e ritornare verso Castronovo.


Comuni Correlati


Castronovo di Sicilia

Castronovo di Sicilia


Condividi


RESTA AGGIORNATO SULLE NOSTRE INIZIATIVE

Segui i nostri canali social e iscriviti alla newsletter