Campofiorito e la vallata del Torrente Batticano


Il percorso di circa 15 Km si svolge in gran parte fra il Comune di Campofiorito e quello di Corleone, presenta un buon dislivello e richiede quindi un certo impegno fisico. Il tracciato possiede motivi di interesse paesaggistico per le ampie visuali panoramiche in direzione Est rivolte verso Montagna Grande, il fronte Sud della Rocca Busambra e l’abitato di Corleone. Nell’ampia vallata del torrente Batticano si distinguono antichi mulini ad acqua ed il viadotto dell’ex tracciato ferroviario, in prossimità del paese di Campofiorito. Nelle immediate vicinanze sono presenti, oltre al sito archeologico dell’antico castello, l’area denominata Conte Ranieri, individuata come sede dell’abitato romano di Thuryrium.

 

Il percorso ad anello ha come luogo di partenza ed arrivo il centro del Comune di Campofiorito, piccolo comune di circa 1.300 abitanti, posto all’altezza di oltre 650 metri. L’itinerario, con una pendenza media vicina al 6%, si svolge in parte su strade a basso traffico asfaltate, talvolta dissestate, e in parte su un tratto di ferrovia dismessa con fondo sterrato.

L’itinerario attraversa estese zone coltivate, con prevalenza di frumento e foraggi che assumono colori differenti a seconda delle stagioni; sono quasi assenti servizi ed esercizi pubblici e vi ricadono poche abitazioni, tra le quali le masserie Case Grandi Giammaria, all’estremità Nord-Ovest e la Masseria Cammarata, in contrada Conte Ranieri, in vicinanza del paese ed alla base Monte Castellaccio.

Da Campofiorito si scende prima in un tratto di trazzera ad Est del Fosso Castellaccio, con pendenza importante fino al raggiungimento della quota dell’ex tracciato ferroviario in prossimità del torrente Batticano e dell’omonimo viadotto. Da qui si percorre per oltre 4 km verso Nord, il tracciato pianeggiante della vecchia ferrovia circostante che scorre a circa 500 metri di altezza lungo il fianco orientale della valle abbracciandone la visuale. Superata la contrada Ridocco, con l’omonima fermata ferroviaria, si giunge in contrada Madonna delle Vigne, in prossimità dell’ex fermata di Censiti, e ci si immette nella Strada Provinciale 59 a basso traffico in leggera discesa per circa 3 km fino al Bivio Batticano, dal quale si procede verso sinistra lungo la SP 110 che risale con pendio costante fino a Campofiorito, a quota di 650 metri slm.


Comuni Correlati


Campofiorito

Campofiorito


Condividi

RESTA AGGIORNATO SULLE NOSTRE INIZIATIVE

Segui i nostri canali social e iscriviti alla newsletter