Oratorio Santa Caterina d’Alessandria



La primitiva sede dell’Oratorio di Santa Caterina d’Alessandria, voluta dall’antica Confraternita di S. Caterina, fu realizzata negli ultimi anni del Cinquecento nel quartiere dell’Olivella, nei pressi del sito dove sorgeva una chiesa dedicata a Santa Rosalia. Secondo la tradizione, in questo quartiere il principe Sinibaldo, padre della Santuzza, possedeva una villa dove la Santa abitò da fanciulla. Il nuovo oratorio di Santa Caterina fu realizzato tra il XVII ed il XVIII secolo. Il prospetto, probabilmente del 1740, è di semplici fattezze: è delimitato ai bordi da due lesene, il portale in pietra è sormontato da una finestra che dà luce alla cantoria, decorata dalla conchiglia e dalle doppie volute laterali. Gli stucchi degli interni sono dello scultore Serpotta, caratterizzati da statue rappresentanti figure allegoriche riferite a Santa Caterina, considerata patrona della cultura.

Informazioni generali


Condividi


RESTA AGGIORNATO SULLE NOSTRE INIZIATIVE

Segui i nostri canali social e iscriviti alla newsletter