Duomo di Monreale



Monreale

Proclamato nel 2015 dall‘Unesco “Patrimonio dell’Umanità”, il Duomo di Monreale è noto per gli straordinari 6400 metri quadrati di mosaico bizantino che ne decora gli interni. Il Duomo, che sorge sui fianchi scoscesi del monte Caputo, fu costruito per volere di Guglielmo II, detto “Il Buono”: la leggenda narra che nel 1174 la Vergine Maria apparve in sonno al regnante rivelandogli il luogo dove il padre, Guglielmo I detto “il Malo”, aveva nascosto un tesoro che una volta trovato doveva essere utilizzato per costruire una chiesa in suo onore. Oltre alle numerose leggende riguardanti la costruzione di questa chiesa, il Duomo è un esempio straordinario di arte e architettura edificata in epoca bizantino-normanna. L’imponente facciata chiusa da due torri angolari e con portico a trifora, ospita anche una porta di bronzo di Bonanno Pisano, del 1186. L’edificio, a pianta basilicale e a croce latina, presenta tre navate divise da colonne che sorreggono archi a sesto di tipo arabo. Il pavimento è in porfido e granito. Le pareti delle absidi sono rivestite da magnifici mosaici a fondo oro che rappresentano le storie del nuovo e dell’antico testamento e un imponente Cristo Pantocratore. Questi e altri magnifici elementi, fanno del Duomo di Monreale uno dei più belli dell’isola siciliana.

Informazioni generali


Condividi


RESTA AGGIORNATO SULLE NOSTRE INIZIATIVE

Segui i nostri canali social e iscriviti alla newsletter