Chiesa della SS. Trinità (detta La Magione)



Costruita in piazza della Magione e per questo più conosciuta come la Magione, la Chiesa della SS. Trinità si erge su un vasto spiazzo creato dai violenti bombardamenti del 1943. La stessa chiesa ha subito ingenti danni durante l’attacco ed è stata in seguito parzialmente ricostruita. Fu fondata nel XII secolo da Matteo d’Ajello cancelliere di Tancredi, l’ultimo re normanno. Nel 1197 fu ceduta ai Cavalieri Teutonici, diventando la magione del precettore generale dell’ordine e conservando il nome di quella che era la sua destinazione d’uso. Il portale di accesso è di stile barocco, all’interno vi sono tre navate. All’inizio di quella di destra si osservano la Pietà di Archimede Campini del 1953 realizzata in sostituzione della Pietà opera di Vincenzo Gangini distrutta durante la seconda guerra mondiale. In fondo alla stessa navata si osserva il trittico in marmo bianco del XV secolo, le cui figure più importanti rappresentano la Santa Vergine con bambino e Santa Caterina D’Alessandria, ai lati due santi probabilmente San Nicola e San Bernardo di Chiaravalle o San Domenico raffigurazione dell’Annunciazione. A sinistra della chiesa vi sono i resti del chiostro del XII secolo, in parte restaurato. In una cappella contigua è conservato un notevole affresco con la Crocifissione di scuola settentrionale. Nel pavimento sono inserite le lastre tombali dei cavalieri teutonici.

Informazioni generali


Condividi


RESTA AGGIORNATO SULLE NOSTRE INIZIATIVE

Segui i nostri canali social e iscriviti alla newsletter