Palermo città vetrina del Distretto Turistico Palermo Costa Normanna

#viaggiadavvero

Grande successo per l’iniziativa del Distretto Turistico Palermo Costa Normanna che per la festa di Santa Rosalia ha scelto di mettere sotto i riflettori, nella centralissima piazza Verdi, alcuni dei migliori artigiani dei Comuni che compongono il Distretto. Il villaggio delle eccellenze del territorio allestito accanto al Teatro Massimo ha attirato l’attenzione dei tanti turisti di passaggio – di diverse nazionalità – che hanno potuto ammirare ceramiche, monili, lavori a maglia e a uncinetto e ancora manufatti di legno, plastica e altri materiali di recupero. Tutto realizzato esclusivamente a mano dagli artigiani locali.

L’appuntamento è stato il primo di una serie che il Distretto Turistico “Palermo Costa Normanna” vuole organizzare per promuovere le migliori produzioni del territorio e incentivare così il turismo. Il Distretto Turistico Palermo Costa Normanna del resto nasce per valorizzare le eccellenze di un’area variegata e ricca di peculiarità, superando l’idea di un turismo “di destinazione” per promuovere, invece, un turismo di territorio e offrire un viaggio alla scoperta di una Sicilia fatta di natura e cultura, di enogastronomia e tradizioni che raccontano il lungo periodo di dominazione normanna.

L’esposizione delle creazioni di eccellenza degli artigiani del Distretto svoltasi in piazza Verdi dà seguito alle iniziative svoltesi durante due fiere, quella internazionale del turismo (ITB), tenutasi a marzo a Berlino e quella della Borsa del turismo religioso internazionale (Btri) di Roma di fine giugno. Proprio in questa fiera il Distretto ha illustrato nel dettaglio l”Itinerarium Rosaliae’, che offre  agli amanti dei percorsi religiosi la possibilità di effettuare un cammino di circa 160 km che si snoda fra riserve naturali e splendidi borghi dalla provincia di Palermo a quella di Agrigento.

Sempre per quanto riguarda i cammini entro il 2017 sarà fruibile un altro tratto delle riscoperte ‘Vie Francigene di Sicilia’. Partendo dalla chiesa di S. Cristina La Vetere sulla via dei Pellegrini a Palermo, si potrà raggiungere Messina a piedi lungo le antiche regie trazzere e in particolare dall’eremo S. Felice nel territorio del Comune di Caccamo, attraverso 113 km si attraverserà tutto il parco delle Madonie grazie a un percorso georeferenziato e organizzato che si chiamerà ‘Vie Francigene delle Madonie’. Per non parlare degli straordinari tesori e luoghi di culto inclusi nell’itinerario Unesco Palermo Arabo Normanna e dell’itinerario ‘Da Solunto ai Monti Sicani’ che coinvolge quasi tutti gli altri luoghi religiosi dei comuni che costituiscono il distretto stesso. Un patrimonio inestimabile che verrà messo in rete insieme al sistema ricettivo e dei servizi turistici.

Gallery

Le foto dell’evento


Condividi


RESTA AGGIORNATO SULLE NOSTRE INIZIATIVE

Segui i nostri canali social e iscriviti alla newsletter